IMPIANTI TRATTAMENTO DEPURAZIONE ACQUE REFLUE INDUSTRIALI DEPURAZIONE ACQUE DI SCARICO DEPURAZIONE ACQUA REFLUA DEPURAZIONE E SMALTIMENTO SOSTANZE INQUINANTI DEPURAZIONE ACQUE INQUINATE RECUPERO ACQUA TRATTAMENTO ACQUE CON SOSTANZE TOSSICHE E INQUINANTI TRATTAMENTO DEI REFLUI INDUSTRIALI LINEA DI PRODUZIONE EVAPORATORI SOTTOVUOTO OSMOSI INVERSA ULTRAFILTRAZIONE SCAMBIO IONICO DEMINERALIZZATORI TRATTAMENTO CHIMICO-FISICO FILTRO PRESSE ED APPARECCHI SPECIALI PER LA GALVANICA PRODOTTI CONFORMI ALLE VIGENTE DIRETTIVE CEE AZIENDA SPECIALIZZATA IN TRATTAMENTO ACQUE INDUSTRIALI DEPURAZIONE ACQUE SCARICO DEPURAZIONE INDUSTRIALE ULTRAFILTRAZIONE CONCENTRATORE CONCENTRATORI OSMOSI INVERSA SISTEMI SCAMBIO IONICO DEMINERALIZZATORI CHIMICO FISICO CONCENTRAZIONE DEI MOSTI VINICOLI EVAPORATORI EVAPORATORE SOTTOVUOTO EVAPORATORI SOTTOVUOTO RECUPERO MATERIE PRIME SCARICO ZERO SMALTIMENTO REFLUI INDUSTRIALI SANICRO SN 28 SANDVIK SISTEMA A TUBO VENTURI TOSCANA FIRENZE VALDISIEVE VALDARNO MUGELLO TUSCANY FLORENCE SIEVEONLINE NETWORK

HomePage

 

Profilo Aziendale

Presentazione VIDEO

Depurare e Recuperare

LINEE di Produzione

Agenti e Rete Vendita

Galleria Fotografica

FAQ e Approfondimenti

NEWS & Media

Links ed Utilità

Area Riservata

HOME PAGE

Depurare e Recuperare - IMPIANTI E SISTEMI PER LA DEPURAZIONE DI ACQUE REFLUE INDUSTRIALI, IMPIANTI PER LA DEPURAZIONE ACQUE DI SCARICO INDUSTRIALE

   E’ possibile, usando il vostro Evaporatore Serie V, ottenere dei fanghi di concentrato secco?

No, non con la Serie V. Possiamo invece proporre un apparecchio della Serie ES dove la caldaia è disposta orizzontalmente. In questo tipo di apparecchio lo scambiatore di calore consiste in una "camicia" in acciaio goffrato che ricopre la metà inferiore della caldaia. Con questa soluzione il consumo energetico sale notevolmente – fino a circa 250 Watt per ogni litro di acqua evaporata – ma, per contro, è possibile raggiungere livelli di concentrazione "spinta" ed ottenere un concentrato quasi secco. Questo riduce ulteriormente i costi di smaltimento rispetto al concentrato liquido che esce dagli evaporatori Serie V ma, proprio perché avremo un concentrato molto pastoso, e quindi non pompabile, lo scarico deve essere effettuato a mano, previa apertura del portello alla fine del ciclo automatico di evaporazione. Anche per questa ragione abbiamo identificato la capacità massima proponibile per la Serie ES in 1000 litri di acqua evaporata sulle 24 ore. Desideriamo far notare come in effetti, in qualsiasi situazione dove i costi di smaltimento delle acque di scarico siano veramente troppo onerosi ed il volume vada ben oltre il limite dei 1000 litri/24 ore della Serie ES, la soluzione ottimale che proponiamo è: installare un evaporatore Serie V che riduca il volume del liquido da smaltire a 1000 litri e quindi alimentare questi 1000 litri ad un evaporatore della Serie ES, raggiungendo così il massimo della concentrazione possibile.